Venezia turismo 2018, anno dell’Europa e Cina

Secondo i dati provenienti dalla Cina, sono 129 milioni i cinesi che nel corso del 2017 hanno viaggiato in ogni angolo di mondo, molti dei quali hanno scelto come meta principale proprio l’Italia. Il dato è più che confortante, che per la stagione appena avviata è bene tenere molto in considerazione, dove gli addetti ai lavori dovrebbero adoperarsi per un’offerta adeguata alla ricezione di tali flussi.

Il 2018 è stato “dichiarato” congiuntamente dal Presidente della commissione Europea Jean-Claude Junker e dal premier cinese Li Keqiang, come l’anno del turismo e di cooperazione tra Cina ed UE in tal senso. Buone notizie dunque, questo “patto” è stato inaugurato proprio a Venezia, città simbolo del turismo mondiale e icona dell’Italia.

Adeguare l’offerta turistica

La domanda crescente di alloggi, hotel e appartamenti è costante, questo come già detto lo abbiamo tastato lo scorso anno, tuttavia non vi sono stati grandi segnali di rinnovamento dell’offerta turistica, tanto meno sono state prese iniziative per uno sviluppo programmato.

In buona sostanza abbiamo a portata di mano una grossa fetta di turismo che potrebbe far salire di molti punti la percentuale dei viaggiatori cinesi, quest’accordo Cina UE è davvero strategico per tutto il sistema paese, il turismo che sappiamo essere sottosviluppato rispetto alle potenzialità, potrebbe diventare la voce economica primaria dell’Italia. Nel corso del 2017 una delle città italiane più visitate è stata proprio Venezia, che ha visto un’ottima affluenza durante i 12 mesi scorsi, pertanto con questo nuovo impulso congiunto potrebbero esserci degli aumenti significativi nel 2018, occorre però adeguarsi e saper intercettare davvero la domanda.

In attesa del BIT

La borsa del turismo che si terrà a Milano nei prossimi giorni potrà darci qualche ulteriore chiave di lettura, se non altro avere una panoramica sul futuro andamento del 2018, che per certi versi sappiamo già, dovrebbe superare le performance dell’anno scorso.

Non resta quindi che attendere i rumors che arriveranno dal BIT, ma con buona pace di tutti gli analisti, possiamo certamente intuire che l’Italia sarà anche per la stagione in corso uno dei paesi leader nel settore. Del resto è il paese che ha la maggiore offerta turistica al mondo, con un patrimonio artistico e culturale tra i più vasti al mondo!