Turismo a Venezia: cresce il soggiorno in appartamento

Turismo a Venezia: cresce il soggiorno in appartamento

Nel tracciare un bilancio del primo semestre del 2016, periodo più performante per il turismo e relative prenotazioni, si nota che sulla città di Venezia e relativi luoghi turistici limitrofi, il risultato è molto positivo.

Incrementi rilevanti si stanno tracciando come trend per quanto riguarda gli appartamenti turistici a Venezia.

Questo incremento conferma quanto stiamo sostenendo ormai da qualche anno, in altre parole che la nuova frontiera del turismo, sia nostrano sia internazionale, è l’affitto temporaneo di un appartamento.

Le formule sono sostanzialmente due, il b&b e l’affitto dell’intera casa, la scelta in questo caso suddivide ulteriormente il target, i giovani tendono per la soluzione b&b, scelta legata anche al minor costo, mentre le coppie di adulti e famiglie prediligono l’appartamento.

Venezia motore economico dell’intera Provincia

E’ fuori discussione la potenzialità della laguna veneta, che chiaramente sta offrendo i suoi migliori frutti in termini economici.

Il flusso turistico costante che la città ha in concreto da sempre, ha indotto molti proprietari di seconde e terze case a metterle sul mercato del turismo, tanto a Venezia quanto anche e soprattutto nelle aree circostanti, come Mestre che beneficia di questo effetto collaterale.

Oggi sono molte le case vacanza, e il turismo a Venezia conta un’offerta che segue le stesse dinamiche di crescita della domanda, questa a sua volta sostenuta esattamente dalla competitività del prezzo e dalla comodità di soggiornare in una casa rispetto al classico hotel.

Il futuro del turismo a Venezia è molto promettente

Molti segnali positivi per il turismo ci arrivano da più parti; 1) la crescita dell’offerta di nuove case vacanza a Venezia e Mestre, 2) una maggiore frequenza delle corse dei treni, 3) il potenziamento dei voli aerei di alcune compagnie che puntano molto sullo scalo veneziano.

Ci sono tutti i presupposti per garantirsi una certa solidità di pensiero rivolta al settore, questo con gli ovvi benefici economici per l’intera comunità e indotto lagunare.

Capire queste dinamiche e interpretarle correttamente e con un certo anticipo, possono tradursi in economia reale, vuoi per gli investimenti nel settore immobiliare, ma anche nel terziario dei servizi.

Questo trend da poco iniziato sarà destinato a durare a lungo, portando con sé grandi cambiamenti che rimodelleranno il sistema turistico totalmente, per questo, chi c’è oggi, ci sarà!