Affitti turistici Italia: un viaggio alla velocità della luce, incrementi fino all’800%!

Affitti turistici Italia: un viaggio alla velocità della luce, incrementi fino all’800%!

Affitti turistici Italia: un viaggio alla velocità della luce, incrementi fino all’800%!

In questi ultimi anni l’Italia sembra rivivere una seconda volta gli anni sessanta, sì il famoso boom economico che ha caratterizzato il paese. Il fenomeno in questo caso non è improntato dall’industria pesante, o dei frigoriferi che dovevano avere tutte le famiglie. Questa volta siamo di fronte un nuovo fenomeno che genera ricchezza, quello per cui l’Italia è il paese con la maggior vocazione ma anche risorse.

Il turismo, questo sconosciuto almeno negli ultimi 50 anni ai vari governanti di turno. In passato invece di sviluppare infrastrutture hanno finanziato un’industria morente come quella dell’auto, con i risultati e gli effetti che conosciamo. L’industria del turismo in Italia potrebbe sfamare tutti e bene. Basti pensare che abbiamo il più grande patrimonio artistico, culturale, storico, naturale e paesaggistico del mondo. A questo va aggiunto anche tutto quello che riguarda il turismo enogastronomico, ebbene tutto questo è stato ignorato o comunque sottovalutato.

Molti hanno capito il valore dell’accoglienza!

Al contrario dei vari politicanti avvicendatisi in questi anni, gli italiani hanno colto davvero il potenziale turistico che è nelle loro mani. Per questo gli affitti turistici Italia crescono a 3 cifre, l’Italia tira e molto, forse anche per il nome seducente oltre che per tutto il resto ma tant’è.

In Campania gli affitti turistici sono cresciuti di circa l’800% in 10 anni, ovviamente a seguito di una domanda crescente alla pari se non maggiore. La Basilicata è cresciuta del 645%, mentre la Lombardia arriva quasi al 500% e come sappiamo, non è una Regione con una particolare vocazione turistica. Questo dimostra che il turismo sta cambiando, non si tratta comunque di una crescita bilaterale che favorisce anche il settore alberghiero. Ovviamente non è difficile capire le ragioni di una crescita così esplosiva in un lasso temporale così breve!

Prossimi al milione per gli affitti turistici Italia

In 10 anni gli affitti turistici Italia sono cresciuti in tutto il territorio del 22%, arrivando a quota 900.000 circa, con il prossimo traguardo a quota 1 milione entro pochissimo tempo. Le dinamiche che fanno crescere questo fenomeno sono ormai statisticamente confermate, e sono; prezzi più contenuti, comodità, libertà e scelta della posizione.

Si tratta di un’importante occasione di sviluppo economico, che in questo caso coinvolge capillarmente tutto il paese in modo orizzontale, una ricchezza diffusa! Queste dinamiche hanno prodotto anche nuove opportunità di business e figure professionali, quali le agenzie che gestiscono gli affitti turistici Italia. Una di quelle più importanti nel panorama turistico italiano e Rent It Venice, realtà nata dall’ingegno di Francesco Beraldo e Massimo Michielan. I due hanno colto prima di altri il fenomeno e il potenziale di sviluppo turistico realizzando questa startup. Oggi Rent It Venice conta oltre cento appartamenti gestiti su Mestre e Venezia ed è in continua espansione. Al quale si aggiunge un progetto a livello nazionale!

Ovviamente questo fenomeno è legato alle dinamiche che ruotano intorno alla Rete, Internet sta rimodulando ogni modello di business. Questo vuol dire che ogni vecchio modello deve evolvere e mettersi in pari, pena l’annientamento!

Affitti turistici business in crescita + 10%

Affitti turistici business in crescita + 10%

Affitti turistici business in crescita + 10%

Abbiamo archiviato un anno molto positivo per il turismo italiano, il settore privato ha avuto un successo oltre ogni più rosea previsione che conferma gli andamenti di questo nuovo anno. La domanda ha inoltre sostenuto un mercato già ampiamente attivo, le percentuali ci dicono che la richiesta di affitti turistici è stata del 10% ed ha stimolato il mercato immobiliare che ha colto l’occasione di cui si stima l’offerta intorno all’8%, quindi inferiore rispetto alle attese del mercato, per cui c’è ancora spazio.

Questo vuol dire che siamo nel pieno di quel cambiamento che abbiamo annunciato nel corso degli ultimi due anni, infatti, sono sempre più gli italiani che investono capitali in questo modo. Il successo di questa formula dell’ospitalità cresce per cui quell’8% di offerta riversata sul mercato ha trovato terreno fertile con una pronta risposta per altro non soddisfatta pienamente.

Segnali di crescita positivi

Nel 2017 la spesa media per gli affitti turistici è stata di circa 650 Euro, con una permanenza di circa 8 giorni, dati molto importanti che offrono una prospettiva di analisi per meglio centrare le necessità di un mercato in continua espansione.

Le Regioni che hanno beneficiato maggiormente della domanda sono quelle che hanno promosso il turismo locale e hanno sostenuto la cultura negli ultimi anni. La Toscana insieme al Veneto primeggiano nella domanda, a seguire abbiamo la Puglia e la Sicilia per le vacanze estive, tuttavia cresce anche la richiesta in città come Milano e Napoli, ovviamente per contesti differenti. Milano più per le permanenze professionali mentre Napoli per il turismo e le vacanze in genere.

Una nuova chiave di lettura per gli affitti turistici

Quanto sta accadendo in questi mesi, ci offre una chiave di lettura davvero interessante, ed è esattamente quella che questa tipologia di soggiorno piace in modo trasversale a tutti, indipendentemente dal motivo del soggiorno che sia per lavoro o per una vacanza, la preferenza è a senso unico, gli affitti turistici dominano!

Sicuramente questo fenomeno in forte crescita continuerà ad alimentare un certo attrito con la controparte, il settore alberghiero anche lo scorso anno ha dato battaglia, promuovendo tutta una serie d’iniziative per tentare di arginare un fenomeno inarrestabile non resterà a guardare, ma sarà come voler fermare l’oceano con le mani!

Vacanze più lunghe nelle città d’arte

Vacanze più lunghe nelle città d'arte

Vacanze più lunghe nelle città d’arte

Ancora buone notizie per il settore turistico, il 2015 registrava incrementi nelle principali città italiane del 5%, che sicuramente sarà confermato anche per il 2016 e forse con un leggero incremento.

Una delle principali città per numero di presenze è Venezia, che sempre nel 2015 superava i 10 milioni di turisti con una disponibilità ricettiva di circa 50 mila unità, dati questi che fanno bene al settore e invita a far bene.

Tra le unità disponibili nell’area veneziana, figurano anche gli appartamenti turistici, diventati inevitabilmente uno dei maggiori incentivi per le vacanze, di fatto, i numeri confermano la tendenza, grazie anche al grande stimolo offerto dalle case vacanza.

Hotel e appartamenti turistici complementari

L’offerta turistica che sia Venezia o altre città italiane, crescerà ancora nel medio lungo periodo, questo lo conferma l’andamento di questi ultimi anni, la crescita del settore sostenuta anche grazie ai molti viaggiatori che preferiscono case e appartamenti per le vacanze piuttosto che l’hotel.

Tuttavia occorre dire che gli hotel hanno un target diverso, come diversa è anche l’offerta turistica, quindi spesso si parla di concorrenza mentre invece si potrebbe dire che gli appartamenti turistici sono un motore economico anche per l’indotto, basti pensare ai negozianti, ristoranti e ogni sorta di servizio.

Venezia è un esempio virtuoso di buona amministrazione e gestione del patrimonio, certamente si può fare di più e meglio, ma il segnale va nella giusta direzione, 10 milioni di presenze con una tendenza in crescita è un gran bel segnale.

Vacanze più lunghe e prezzi competitivi

Qualche anno fa si parlava di turismo pendolare o di vacanze mordi e fuggi, il 2015 ha confermato un’inversione di tendenza, le vacanze sono diventate più lunghe, questo si può spiegare con due principali motivi, maggiore offerta e prezzi competitivi.

E’ chiaro che il proliferare di nuove unità ricettive produce un effetto dei prezzi al ribasso, questo stimola sicuramente una vacanza di qualche giorno in più, che, di fatto, si traduce in maggiore flusso economico in molte città.

Ovviamente il mercato dovrebbe essere calmierato per evitare lotte intestine, anche se queste non converrebbero a nessuno, in ogni caso una situazione del genere non giova all’intero comparto.

Il dato positivo è che nonostante la crisi ci sono ancora spunti per fare numeri e rendere apprezzabile economicamente il settore turistico, che per altro è quello che ha sofferto meno e ha contribuito al benessere collettivo, occorre prendere atto che l’Italia tira ancora turisticamente e potrebbe fare davvero molto di più!

Vacanze a Venezia e non solo, l’Italia seduce ancora!

Vacanze a Venezia e non solo, l’Italia seduce ancora!

Vacanze a Venezia e non solo, l’Italia seduce ancora!

Vacanze a Venezia e non solo, l’Italia seduce ancora!

La stagione turistica 2016 sta per avviarsi alla conclusione, possiamo già tirare alcune somme e dati complessivi che danno il senso per una proiezione futura. Il settore turistico quest’anno ha il segno positivo con ottime percentuali di crescita, l’Italia turistica tiene benissimo la crisi e surclassa molti altri settori cosiddetti “strategici”, almeno secondo il pensiero unico dei “maghi” dell’economia!

Il turismo come noto, in Italia è sottosviluppato, potrebbe come minimo raddoppiare in appena qualche anno. Tradotto in soldoni vuol dire migliaia di nuovi posti di lavoro, grazie a nuove infrastrutture e servizi, più ovviamente l’indotto.

Purtroppo in alcune aree del paese il turismo è alieno, non ci sono strade o sono disastrate, almeno nelle aree del sud, servizi inefficienti e inesistenti in molte località incredibilmente belle!

Un quadro desolante sì, ma che comunque manifesta a ogni stagione tutta la sua potenza economica e le mille possibilità non sfruttate, inadeguate e spesso lesive. Eppure il paese più bello al mondo dovrebbe vivere delle sue bellezze e non sopravvivere sopra brutture imposte dall’immobilità politica.

Il mondo apprezza l’Italia, accogliamolo

I risultati di questa stagione ci dicono che le città d’arte vanno benissimo, per le vacanze a Venezia si registrano incrementi e ottime prospettive, stessa cosa per Firenze, Roma e gli altri centri. Gli agriturismi hanno visto un buon incremento di alcuni punti percentuali, settore che negli anni passati avevano subito qualche flessione ora in recupero.

Le aree costiere del sud vanno alla grande, specie la Puglia, che si conferma la Regione con la maggiore e forse migliore offerta turistica, una combinazione tra mare, territorio e gastronomia.

A seguire la Campania, in testa la costiera e le isole, ma anche Calabria, Sicilia e la bella Sardegna. Tutto questo considerando un sottosviluppo turistico e mal gestito, farlo fiorire produrrebbe un’esplosione di ricchezza e benessere, difficili da stimare.

La laguna per le vacanze a Venezia tra arte e romanticismo

La regina delle nostre meraviglie architettoniche, storiche e culturali, rimane sempre lei, Venezia, unica e inimitabile città dalle mille risorse. Anche la stagione 2016 conferma il trend dei flussi turistici positivi con previsioni di crescita, questo grazie anche al terminal aeroportuale Marco Polo, che sta catalizzando grandi compagnie ampliando l’offerta dei voli. I turisti incrementeranno la presenza per le vacanze a Venezia nei prossimi anni con un andamento costante, aprendo a nuove prospettive di investimento.

L’Italia è “una Repubblica fondata sul lavoro”, volendo potrebbe essere rivista con; l’Italia è “una Repubblica fondata sul turismo”, questo cambierebbe molto le cose economicamente e socialmente, investendo in un’industria che ha una storia millenaria e continuerà per secoli, il Colosseo lo ricorderà per altri 2000 anni!

Vacanze a Venezia: la comodità in Box!

Vacanze a Venezia: la comodità in Box!

Vacanze a Venezia: la comodità in Box!

Vacanze a Venezia: la comodità in Box!

La città di Venezia non ha bisogno di tante presentazioni, chi non la riconoscerebbe e soprattutto che non la conosce, è la città bella e singolare al mondo, un patrimonio dell’umanità a disposizione di tutti, da visitare, ammirare, fotografare e gustare nei sapori locali della cucina tipica veneziana, un bel viaggio a Venezia deve per forza prevedere il “menù” completo della città.

Una volta scelta la sistemazione per alloggiare, e in questi casi la preferenza dei turisti normalmente è per gli appartamenti turistici, le vacanze a Venezia possono iniziare, il punto è come? Sono migliaia i turisti che ogni anno visitano la città perdendosi la maggior parte dei luoghi d’interesse, quali musei, palazzi e altre attrazioni, un vero peccato.

La soluzione per le vacanze a Venezia

Un innovativo servizio disponibile online offre un ottimo supporto ai tanti turisti che malgrado informati non hanno sempre le giuste indicazioni al completo. Il servizio di chiama Venice Box ed è un valido aiuto per visitare la città, si tratta di una card con la quale usufruire dei molti servizi disponibili ognuno diverso in base alle necessità.

Che cosa offre Venice Box:

  • Transfer da e per l’aeroporto
  • Accesso ai musei e altri luoghi turistici
  • Mappa della città completa e dettagliata
  • Convenzione con negozi e ristoranti
  • Coupon del valore di 50 Euro
  • Trasporti gratuiti

Questo servizio garantisce tutta una serie di scelte e opzioni in base alla permanenza, quindi personalizzabile secondo le proprie necessita.

Nel sito completo di tutte le informazioni sono disponibili i vari pacchetti previsti per differenti opzioni, un sistema che non solo facilita la vacanza e le visite nei molti luoghi d’interesse, ma elimina anche le fastidiose code stressanti, che fanno perdere tempo prezioso togliendolo alla vacanza, in questo modo ci sarà molto più tempo per vedere davvero la città e godere delle vacanze a Venezia in tutte le sue bellezze.

Vacanze a Venezia senza stress

La città è bella e questo non si discute, ma non possiamo ignorare i molti problemi legati all’accesso in laguna, i quali iniziano dal parcheggio auto spesso difficile da trovare e a costi a volte fuori dalle righe, da qui poi lo stress degli spostamenti per arrivare in città.

Venice Box rimedia a tutti questi problemi e offre la soluzione per una vacanza stress free, niente code, trasporti gratis e molto altro, la card che offre vantaggi concreti ai turisti, che dovranno pensare a godersi solo le bellezze di Venezia invece di perder tempo nelle varie biglietterie a fare code infinite.

Visitare una città spesso si fa una sola volta nella vita, le vacanze a Venezia può essere una di queste vacanze, quindi importante e da godere fino in fondo, senza sprecare neppure un secondo di tempo, la città merita di essere vissuta non solo vista, e per farlo occorre avere le condizioni migliori e gli strumenti che lo consentono, Venice Box è questo.

La migliore vacanza inizia prima di partire

Nella maggior parte dei casi si parte per una vacanza senza una pianificazione del viaggio, vuoi per un’offerta al volo o l’occasione inaspettata, questo è comunque positivo, ma su un punto occorre avere le idee chiare, una città che non si conosce o si visita la prima volta, offre molto più di quanto è popolare, non sapere cosa visitare e perderlo è davvero un peccato.

Con Venice Box si risolvono molte di queste problematiche e in più conviene, si ottiene in poco tempo e si richiede direttamente online, facile, veloce, vacanza!