La carica della Finanza ai 1200 irregolari

La carica della Finanza ai 1200 irregolari

La carica della Finanza ai 1200 irregolari

Se i tassisti hanno il problema di Uber, a Venezia e Provincia il problema sono gli affittacamere irregolari che stanno minando un mercato che deve e può crescere. Gli abusivi sono nel mirino delle forze dell’ordine, che hanno avviato indagini e sguinzagliato i “segugi” a caccia di abusivi per lo più in zona grigio scuro della realtà turistica della città.

Scoperti 14 evasori totali, i quali dovranno rispondere di pensanti azioni giudiziarie, il danno provocato dagli abusivi ogni anno è ingente, senza contare poi anche quello d’immagine, che in molti casi è leso perché gli irregolari del turismo non ne sanno niente del settore.

Le milizie al servizio del sano turismo

I problemi che l’abusivismo crea al settore turistico sono diversi, un paio devono essere sottolineati, il primo sicuramente economico, poiché con la seduzione del prezzo competitivo attraggono i turisti, poi magari gli appartamenti non sono buoni con disservizi a non finire.

L’altro aspetto è quello riguardante l’immagine che il settore turistico patisce per colpa degli abusivi, un turista insoddisfatto o peggio arrabbiato non è certamente una buona “cartolina” di presentazioni.

In questo senso i controlli delle Guardia di Finanza sono sicuramente i benvenuti, non è possibile distruggere la reputazione turistica di una grande città come Venezia, non lo merita la storia tanto meno il presente, chi vuole affittare appartamenti turistici è il benvenuto, ma lo faccia come si deve, con regolari permessi e pagando quanto necessario, oppure se non adeguatamente formati, i proprietari degli appartamenti si rivolgano ai professionisti del settore turistico.

Milioni di Euro sottratti al turismo regolare!

Tanti sono gli affittacamere nella Provincia di Venezia, con un danno erariale di grandi proporzioni, 1200 appartamenti turistici o spacciati come tali che non hanno alcuni diritto di essere nel mercato.

Parliamo di milioni di Euro sottratti alle strutture ricettive e al settore degli affitti turistici regolari, addetti ai lavori che offrono servizi e strutture riconosciute e registrate, in un’ottica di trasparenza e accoglienza verso i turisti che visitano Venezia.

Il settore turistico potrebbe fare molto di più se solo si creassero le condizioni giuste, potrebbe essere un volano per creare occupazione, far emergere il sommerso è un obiettivo di primaria importanza, gli irregolari deprimo l’economia già ampiamente danneggiata, occorre cambiare per progredire!