Affitti turistici e l’effetto “moltiplicazione dei pani e dei pesci”

Affitti turistici e l’effetto “moltiplicazione dei pani e dei pesci”

Affitti turistici e l’effetto “moltiplicazione dei pani e dei pesci”

È così da millenni, quando l’uomo si trova di fronte a grandi cambiamenti, spesso non sa gestirli, per lo più emotivamente. Successe per la corrente, il telefono, la Tv ecc. Ogni volta sembrava la fine del mondo, invece il mondo è solo andato avanti! Ora, la rivoluzione che stiamo vivendo in questo momento, riguarda un settore che potrebbe essere vitale per l’economia del paese.

Il turismo certo, nello specifico l’effetto dominio degli affitti turistici, che alcuni purtroppo vedono negativamente, trascurando alcuni “piccoli” dettagli. Il timore più grande è quello dell’innalzamento delle normali locazioni, il che non affatto così, perché nelle città turistiche le zone centrali hanno già degli affitti alti. Infatti, il potenziale aumento riguarda solo quelle aree turisticamente interessanti, ovvio che la periferia di Roma, Firenze o Napoli, non subirà alcuna variazione.

Guardiamo la luna e non il dito

Ora, quello che sistematicamente viene ignorato quando parliamo di sviluppo turistico legato a strutture private, è il lato economico dell’indotto. Turismo vuol dire flusso di denaro, ovviamente non solo per chi affitta l’appartamento, che forse preleva al turista la fetta minore del costo vacanza. Un incremento del turismo vuol dire, maggiori entrate per tutta una serie di servizi connessi appunto all’attività turistica.

Esempio, maggiori entrate per musei, ristoranti, negozianti, taxi e trasporti, intrattenimento e tutte quelle attività che offrono beni e servizi ai turisti. Questo flusso di denaro è sicuramente importante per movimentare l’economica locale e allo stesso tempo aumentare l’occupazione. Ecco, questo accade quando si incrementa l’offerta turistica, ed è quello che accade con l’espansione del mercato degli affitti turistici.

Il turismo la migliore industria sostenibile

Sentiamo spesso le parole come eco-sostenibilità dell’industria, di fatto, quella turistica ha il minore impatto ambientale. Purtroppo, si fatica ancora a farlo capire ai manovratori, l’Italia con il suo patrimonio potrebbe vivere quasi di solo turismo.

Da nord a sud il patrimonio è inestimabile, il cui potenziale è decisamente sottosviluppato, basta pensare ad alcune Regioni del sud, dove la viabilità è ottocentesca! La rinascita di questo paese non avverrà certo con il nuovo impianto automobilistico, se mai ci sarà potrà essere legata solo al turismo. Certo bisogna prima capire il valore di questo settore. Per ora lo hanno capito tutti quei privati che mettono a disposizione il loro appartamento a fini turistici!

Il digitale sostiene la crescita del turismo?

Il digitale sostiene la crescita del turismo?

Il digitale sostiene la crescita del turismo?

Se c’è un servizio ben fruibile online, questo è sicuramente il turismo ma attenzione, fruibile vuol dire anche ben realizzato, senza trucco e senza inganno. La possibilità di poter visitare una casa direttamente senza spostarsi dal divano di casa, è fantastica, elimina tutte quelle barriere di fisicità che sarebbero necessarie senza la Rete.

Oggi è possibile prenotare via Internet un appartamento dall’altro capo del mondo, vederne l’esatta ubicazione, il quartiere e le strade circostanti, calcolare la distanza dalla stazione e aeroporto, sapere quali attività commerciali sono nei paraggi, negozi e supermercati.

Possiamo vedere le immagini della casa, di ogni stanza, visualizzare video e avere tutte le informazioni immediatamente, questo possiamo farlo in pochi minuti e avere un’esperienza unica come fosse una visita reale. Di questo ce ne accorgiamo quando arriviamo nell’appartamento e tutto ci sembra normale e familiare, se accade, vuol dire che l’offerta online era completa e ben strutturata!

La crescita del turismo grazie alla Rete

È vero, l’uso delle nuove tecnologie ha permesso di cambiare radicalmente il sistema di lavoro di molte aziende, iniziando a ragionare con una diversa ottica, di più ampio respiro, perché con la Rete possiamo essere ovunque stando sempre nello stesso posto. Quello che oggi troviamo nell’offerta turistica solo 25 anni fa era non solo inesistente ma neppure ipotizzabile, immaginate affittare un appartamento in centro a un giapponese ma senza avere a disposizione la Rete, impossibile!

Tuttavia come ogni bella storia c’è anche il lato meno felice, questo riguarda soprattutto le agenzie di viaggio che stanno letteralmente scomparendo, ne rimarranno davvero poche. Non è tutto, con Internet anche il settore tipografico ha subito grandi perdite, oggi le immagini e testi scorrono sui display e non più sulle rotative, quindi hanno accusato il colpo e molte realtà hanno chiuso!

Un settore che trascina

Eppure nonostante la crisi che strangola interi paesi, che sembrano non avere via d’uscita, Italia compresa, il turismo è florido ovunque ma non solo, cresce ogni anno come mai prima nella storia.

Il digitale sostiene fortemente la crescita del turismo, che altrimenti senza Internet avrebbe avuto le difficoltà forse anche maggiori di tutti gli altri settori oggi in crisi perpetua, il digitale non sempre nuoce, spesso è davvero benefico!