Leasing immobiliare e Legge di Stabilità: agevolazioni e opportunità

La nuova Legge di Stabilità in vigore dal mese di gennaio, si concentra nel rafforzare i punti principali legati allo sviluppo del settore immobiliare, sostanzialmente si tratta di una riconferma della precedente Legge, alla quale è stata aggiunta qualche variante.

Il Governo sta cercando di incoraggiare il settore, tenendo ben presente che quello immobiliare è uno dei principali in tutto il paese ed è stato il motore economico degli ultimi 50 anni, le formule di stimolo messe in campo non sono esorbitanti, ma sono comunque un segnale positivo che stimola il mercato, ovviamente viste le condizioni generali delle finanze pubbliche probabilmente non è stato possibile fare di più.

La novità della Legge 2016 e il leasing immobiliare

Una delle novità più importanti per il 2016 è quella del leasing immobiliare, comprare immobili con questo strumento nel periodo che va dal primo gennaio 2016 al 31 dicembre 2020, prevede una detrazione IRPEF del 19%.

Meno tasse sugli immobili quindi, tuttavia la somma interessata è fino a un massimo di 8mila Euro, questa misura è in corso di valutazione, il leasing immobiliare è uno strumento nuovo per l’acquisto di una casa, occorre attendere la reazione del mercato riguardo ai tassi d’interesse applicati e durata del leasing immobiliare.

Ovviamente l’offerta in tal senso dovrebbe essere adeguata all’oggetto finanziato, trattandosi d’immobili, gli stessi sono anche parte in garanzia, se il leasing immobiliare sarà strutturato correttamente e durata e tassi proporzionati, questa formula potrebbe spingere il mercato, almeno è quello che si aspettano coloro che l’hanno inserito nella Legge, vedremo nei prossimi mesi.

Come funziona il leasing immobiliare

Al termine del contratto l’utilizzatore deciderà se versare una maxirata a conclusione dello stesso al fine di acquistare la proprietà al prezzo stabilito, oppure potrà chiedere la prosecuzione del contratto in modalità di locazione finanziaria o rinunciare all’acquisto, in caso di risoluzione del contratto di leasing immobiliare per inadempimento, la banca chiederà la restituzione dell’immobile e dovrà corrispondere all’utilizzatore il ricavato dalla vendita, detratti i canoni non pagati, quelli a scadere attualizzati e del prezzo concordato per la scelta finale d’acquisto.

Incentivi al turismo nella Legge 2016

Non sono stati fatti miracoli purtroppo, comunque oltre ai bonus per il settore immobiliare la Legge prevede anche degli incentivi al settore turistico, che nello specifico riguarda nuove assunzioni e stanziamenti nell’ordine di un centinaio di milioni di Euro, che considerando il paese riguardo al Pil sono l’equivalente di poco più di niente, ma è pur sempre qualcosa!

Comunque il settore turistico anche per il 2016 consoliderà quest’unione sempre più fruttuosa, turismo e immobiliare, un legame che vede ampliare il raggio di azione degli appartamenti turistici, i dati del 2015 sembrano avere già conferma con i primi riscontri di quest’anno, cresce l’interesse negli appartamenti turistici e di pari passo anche quello dei proprietari che intendono convertire le seconde case al servizio del turismo.

Previsioni per il 2016

La compra vendita con la conferma degli incentivi e le varie novità previste dalla Legge, fanno sperare in un segnale di ripresa del mercato, se pur non dirompente almeno dovrebbe uscire dalla stagnazione.

Per il settore turistico le previsioni sono ottime, stando alle stime gli appartamenti turistici vedranno un’ulteriore crescita nelle richieste e relative presenze, questo non vuol dire che la crisi economica è alle spalle, ma il mercato immobiliare forse una volta tanto ha deciso di guardare avanti.