In Italia è un “problema” un appartamento, la Svezia promuove tutto il paese!

Il Governo vara la “norma Airbnb”, tanto per rendere l’idea di dove stiamo andando con il turismo, che malgrado eventuali norme e restrizioni nessuno può fermare quello che sta accadendo, in altre parole che il privato diventa sempre più protagonista nell’economia globale e globalizzata!

Tale che arriva fino a intaccare tutti quegli interessi monopolistici che hanno caratterizzato la produttività e l’economia di tutti i paesi occidentali, quindi tenetevi forte, si ballerà parecchio!

Gli appartamenti turistici (Airbnb) contrapposti agli hotel e catene alberghiere, gli autisti privati (Uber) contrapposti ai tassisti e così via, presto ci sarà anche lo “chef-sharing”, i “restaurant-sharing” e molte altre categorie monopolistiche dovranno fare i conti con un’economia liquida e sempre più spiattellata dal basso.

La Svezia non limita ma asseconda il turismo

Il paese nordico sappiamo benissimo essere l’antitesi dell’Italia, per cui non ci meraviglia se va esattamente contro tendenza, invece di limitare amplia e apre le porte al turismo in ogni angolo del paese. L’ente del turismo svedese ha avviamo una campagna marketing con la quale mette letteralmente in affitto l’intero paese come fosse un appartamento!

Non male davvero, proviamo a immaginare cosa significa questo, primo si tratta di un’ottima operazione di marketing quasi gratuita se consideriamo che ora il mondo interno ne parla e gratuitamente, quindi promozione extra a costo zero.

Poi in termini economici aumentare notevolmente il turismo vuol dire portare un sacco di soldi alle economie locali, sia le città quanto i villaggi remoti immersi nel verde di questo incredibile paese, perché seppur la Svezia abbia un centesimo delle potenzialità turistiche dell’Italia, sanno benissimo che il turismo vuol dire soldi e tanti, ma soprattutto è ciclico, quindi permanente nel tempo!

In Italia nazione a vocazione turistica limita l’uso degli appartamenti!

Sempre ragionando all’opposto l’Italia pensa di frenare lo sviluppo economico legato al turismo, infatti, un appartamento turistico non può essere affittato per tutto l’anno, altrimenti il proprietario potrebbe guadagnare di più, spendere di più e forse l’economia di questo martoriato paese uscire dal coma etilico in cui è caduto! Sia mai!!

Ogni decisione presa pare sia contraria alla logica, invece di incoraggiare per agevolare l’economia basata sul turismo, in paese poi naturalmente turistico, si prendono invece iniziative per soffocare questo settore che potrebbe da solo sostenere l’intero paese, se solo ce ne fosse la volontà.

Per questo, una volta di più ci tocca costatare la distanza mentale che ci separa dalla Svezia, dalla quale dobbiamo persino prendere esempio!