easyJet: altri 10 voli su Venezia, nuovi flussi turistici in arrivo

easyJet: altri 10 voli su Venezia, nuovi flussi turistici in arrivo

La città più amata dai turisti di tutto il mondo oggi ancora più facile da raggiungere.

easyJet la compagnia aerea low cost, ha istituito 10 nuovi voli da e per l’aeroporto di Venezia da alcune delle città europee più importanti e altre minori.

La compagnia considera questo piano di sviluppo fondamentale per la città di Venezia e per l’intera Regione, ai 10 già avviati nel mese di febbraio, se ne aggiungeranno altri 40 a seguire, collegando più volte al giorno città come Londra e Parigi, Edimburgo, Copenhagen, Praga, Bristol, Bordeaux, Stoccarda e altre destinazioni come la Sardegna e la Grecia.

Venezia nuovo crocevia turistico

L’aeroporto Marco Polo sta vivendo un periodo di crescita molto promettente, i collegamenti con altre grandi capitali europee sono aumentati negli ultimi anni e con una frequenza sempre maggiore, per Londra e Parigi al momento sono attivi fino a 6 voli giornalieri, indubbiamente si tratta di collegamenti per destinazioni d’affari, ma un incremento così rilevante porta anche grandi flussi di turisti che arrivano per visitare la città.

I voli low cost rappresentano la maggior parte di quelli in transito all’aeroporto Marco Polo, easyJet in questa situazione è uno dei player più importanti in Europa, questa nuova fase di sviluppo su Venezia da parte della compagnia, porterà grandi benefici per il settore turistico ma anche per l’occupazione, questo piano di sviluppo è sicuramente una buona occasione per l’intera città.

L’offerta degli alloggi

Tenendo presente che questo piano easyJet porterà nuova linfa turistica sia in città sia in zone limitrofe, alcune considerazioni devono esser fatte, prima di tutto nel settore immobiliare il quale è uno di quelli maggiormente interessato da quest’onda migratoria di turisti, in questo caso stiamo parlando di seconde case e la possibilità di affittare ai turisti.

L’attuale offerta alberghiera è ben strutturata ma ha anche dei limiti, se pur con un’ampia disponibilità, nei periodi di maggior afflusso turistico non sarebbe in grado di soddisfare la domanda, per questo motivo il settore privato degli appartamenti turistici potrebbe essere una buona offerta integrativa oltre che lanciare sul mercato un’offerta permanente e complementare a quella tradizionale.

Nuove opportunità per il settore turistico privato

Negli ultimi 2/3 anni sono cresciute le richieste di appartamenti turistici, si tratta di un cambio nella modalità di fare vacanza, i viaggiatori di nuova generazione stanno cambiando la morfologia classica del turista, l’hotel tradizionale è sempre meno soddisfacente e al tempo stesso più costoso di un appartamento turistico, da qui la crescente domanda.

Il settore privato può contare su questa nuova opportunità di rendita con gli immobili, la quale è solo alla prima fase di crescita e che porterà grandi benefici sicuramente a molti proprietari negli anni a venire, è anche un’occasione di crescita o quantomeno di uscita dal pantano della crisi per l’intero settore immobiliare, almeno nelle aree d’interesse turistico.

Considerazioni

easyJet come altre compagnie nei prossimi anni cresceranno ancora, effettivamente le compagnie low cost hanno dato un buon impulso al settore turistico, spostarsi da uno stato all’altro dell’Unione Europea con pochi Euro ha sicuramente stimolato al viaggio, questa tendenza continuerà in futuro e crescerà ancora, è bene tenerne conto e organizzarsi per sfruttare queste occasioni.