Vacanze di Natale: confermato il trend positivo del 2018

Vacanze di Natale: confermato il trend positivo del 2018

Vacanze di Natale: confermato il trend positivo del 2018

Con oltre 6,3 milioni di presenze straniere per le vacanze di Natale, l’Italia del turismo si dimostra ancora una volta un polo d’eccellenza. Milioni di turisti che affolleranno le più importanti città del paese da Venezia a Palermo, passando per Firenze, Roma e Napoli ecc.… sono un bel segnale anche per il 2019. Tante presenze in questo periodo offrono sicuramente una panoramica positiva per il prossimo anno, la cui tendenza preferenziale è per gli affitti turistici.

Una buona fetta dei pernottamenti, sarà infatti gestita dalle case vacanza, diventando sempre più uno standard per le vacanze in ogni periodo dell’anno. Questa crescita degli alloggi turistici si colloca in un quadro più ampio che riguarda un cambiamento radicale dell’intera offerta turistica. L’accoglienza tenderà sempre più ad essere gestita da nuove realtà quali le agenzie specializzate nell’affitto turistico, creando di fatto un nuovo mercato che non c’era!

Le opportunità per l’Italia

Secondo quando sta accadendo in questo periodo, il settore turistico tra 10 anni non sarà più come lo conosciamo oggi. Una previsione che si allinea a quanto sta accadendo è quella fatta dal capo di Airbnb. Brian Chesky prevede che entro il 2028, i pernottamenti presso le strutture private, quindi appartamenti turistici, saranno almeno 1 miliardo. Decisamente un numero impressionante, che è anche molto realistico in relazione alla crescita costante che il settore degli affitti turistici riscuote ogni anno.

Per un paese come l’Italia questo si traduce in grandi opportunità di crescita, forse quella che merita davvero. Le vacanze di Natale sono un bel termometro per misurare questa tendenza, l’Italia ha un enorme potenziale che è davvero il momento di sfruttare. Secondo le stime una maggiore efficienza strutturale, logistica e politica, potrebbe rendere il paese un centro di attrazione turistica tale da superare tutti gli altri paesi europei messi insieme.

Investire nel mattone del futuro

Sulla base di queste prospettive, investire in immobili torna ad avere un senso preciso, certamente in base alle località scelte. Un appartamento nella giusta località può essere un investimento non solo sicuro ma anche molto redditizio. Rivalutazioni con buone percentuali e una rendita da affitto turistico superiore alla media degli affitti tradizionali, con la differenza di poterne disporre in qualsiasi momento.

Le previsioni e le prospettive di crescita si basano sugli storici degli anni passati e sui flussi turistici dell’ultimo anno, per cui le occasioni per investire sono da considerarsi solide. La casa, malgrado il settore edile non sia del tutto in ripresa, in molte località turistiche è sicuramente un buon affare. Per renderlo eccellente è sufficiente mettere l’immobile sul mercato degli affitti turistici, in questo caso l’investimento sarà davvero molto interessante.

Affitti brevi di lusso, spendere meno per avere di più!

Affitti brevi di lusso, spendere meno per avere di più!

Affitti brevi di lusso, spendere meno per avere di più!

Secondo alcuni dati statistici, gli affitti brevi, quelli delle case vacanza, offrono occasioni che altrimenti sarebbero impensabili. Esempio, sia in Italia sia all’estero, è possibile soggiornare in un appartamento ben arredato e in centro o in zone residenziali di pregio, spendendo meno di un hotel. Per avere un metodo di misura, ci sono soluzioni tipo appartamenti del valore commerciale di oltre 1 milione di Euro, nei quali si può stare per circa 80 Euro a notte.

Questo ovviamente sta sconvolgendo il settore turistico a livello planetario, con un’offerta davvero interessante, ma soprattutto alla portata di tutti. Del resto, 80 Euro mediamente si spendono a notte per una stanza d’albergo a due stelle, ad esser di larghe vedute. Di fatto questa situazione sta mettendo in crisi il settore turistico alberghiero, ed è per questo motivo che sono sul piede di guerra nei confronti dei privati!

Il mondo delle vacanze è cambiato e continuerà a farlo

La situazione è esattamente questa, da un lato abbiamo il “vecchio sistema” che non riesce più a soddisfare le esigenze dei turisti, dall’altro la nuova offerta sempre più richiesta. In sostanza stiamo assistendo a un radicale cambiamento che entro pochi anni, salvo ostruzionismo lobbistico, porterà ad una riduzione sostanziale dell’offerta alberghiera.

Si tratta di un fiume in piena che non si può fermare con le mani, gli affitti brevi di lusso, sono solo una parte dell’offerta. Perché il settore crescente degli alloggi turistici offre soluzioni che si adattano perfettamente a ogni situazione e tasca. Ed è tutta qui la forza che spinge questo interesse per le vacanze negli appartamenti, si ottiene i più spendendo di meno, cosa non da poco in momenti di crisi come questi.

Il lusso delle vacanze democratiche

Il livello di spesa dell’offerta b&b è variegato ed ha una forbice di prezzo che si differenzia da qualsiasi hotel. Un appartamento ben arredato con patio in centro a Roma nei pressi di Piazza di Spagna, può esser prenotato per 50 Euro a notte. Cosa che per un hotel occorre preventivare almeno 3 volte tanto per una matrimoniale!

Questo evidenzia la forte distanza che c’è tra le due offerte, e quanto quella alberghiera sia svantaggiosa per il turista. In definitiva gli affitti brevi di lusso sono sì una porzione dell’offerta, ma che comunque è forte ascesa. Perché anche il più abitudinario dei clienti affezionato del suo hotel preferito, alla fine non può non tenere conto dei vantaggi offerti da un appartamento con terrazzo vista Colosseo!

Appartamento gestito o fai da te?

Appartamento gestito o fai da te?

Sappiamo che il mercato cresce e vivaddio crescerà ancora e molto nei prossimi anni, almeno una nota positiva per il più bel paese al mondo!Perché parliamo di appartamento gestito? Semplicemente per porre attenzione su un fenomeno crescente di pari passo con l’interesse per l’affitto turistico. Da qualche anno ormai scriviamo di scenari futuri in questo settore, che con una percentuale ampia si sono verificati, ora, il fenomeno è quello della gestione degli appartamenti affidata a terzi. Agenzie specializzate nella gestione ma soprattutto promozione, perché del resto per le pulizie possiamo trovare un buon servizio a prescindere.

Il punto è un altro, il proprietario che affida un appartamento gestito a un’agenzia, lo prima di tutto per avere minori costi sia di denaro sia di tempo. Ma anche, ovviamente, per avere una maggiore rendita,ed ecco il ruolo vitale della gestione professionale dell’appartamento. Un’agenzia ha il massimo interesse nell’avere il massimo numero di pernottamenti, tanti ne riesce a “piazzare” tanto più guadagna, ed è sicuramente uno degli aspetti più interessanti.

Il fai da te non paga quanto dovrebbe

Le potenzialità di un appartamento in una zona turistica,può avere enormi possibilità, ma questo potenziale deve essere stimolato, promosso e incentivato. In altre parole, per avere l’appartamento sempre occupato occorre fare un buon marketing e soprattutto gestire decine di contatti ogni mese. Solo un’organizzazione ben strutturata e collaudata può avere tali possibilità, perché la promozione collettiva degli appartamenti su portali esiti propri è sostanzialmente la loro vera attività!

Ovviamente una buona agenzia si occupa di tutto, dalla promozione appunto, alla reception, impegni burocratici, tasse ecc.… pulizie incluse. Ecco, fare tutte queste attività e farle bene non è sicuramente cosa facile, anzi, richiede un impegno e sacrifici tali che quel margine in più di rendita potenziale ma non certa, svanisce nel nulla.

Si guadagna di più senza fare niente

Può sembrare contraddittorio, ma in realtà si guadagna davvero di più non facendo nulla, i tanti impegni che ruotano intorno ad un appartamento gestito, farli in proprio richiede molto tempo e non poco stress.

Infatti, per questo motivo un appartamento gestito da un’agenzia, rende in media un 30/40% in più, variabile in base alla località e attrazioni turistiche. Ma non è tutto, questo surplus remunerativo si ottiene per giunta senza doversi preoccupare di nulla, e non è cosa da poco. Il fai da te meglio metterlo in pratica per il bricolage e il relax!

Affitti brevi, i vantaggi grazie all’intermediazione

Affitti brevi, i vantaggi grazie all’intermediazione

Affitti brevi, i vantaggi grazie all’intermediazione

Burocraticamente le cose in Italia non sono sempre rosee, anzi, in molti casi seguire ogni aspetto legislativo diventa un lavoro a tempo pieno. Questo vale un po’ per ogni settore, nessuno escluso, anche per i proprietari degli immobili impegnati con i loro affittuari. Altro discorso invece per quanto riguarda gli affitti brevi, quelli che in genere sono considerati affitti turistici quindi inquadrati diversamente sotto il profilo economico e amministrativo.

In questi casi, molti proprietari hanno scelto di delegare a terzi la gestione dell’immobile o appartamento. Affidandosi a intermediari o meglio agenzie specializzate proprio nel settore turistico e gestionale degli appartamenti. Con gli affitti brevi, un po’ per l’impegno che questo richiede ma anche e soprattutto perché le agenzie sanno meglio sfruttare gli immobili, i proprietari sono sollevati da ogni incombenza burocratica e gestionale.

Uno per tutto

L’intermediazione si impegna ad offrire tutta una serie di servizi, che altrimenti sarebbero un peso e costo per il proprietario. Esempio tra i più importanti la promozione dell’immobile sui vari siti e portali. Seguire poi le trattative delle prenotazioni, accogliere e assistere gli ospiti, fare le pulizie e offrire garanzie di sicurezza e assistenza. Non di meno provvedere a tutte quelle incombenze burocratiche necessarie.

Tutto questo viene meno grazie all’intermediazione, le agenzie specializzate provvedono in tal senso a tutto, mentre il proprietario al netto di nessun impegno può godere dei soli frutti della rendita. Gli affitti brevi gestiti da professionisti offrono tutti questi vantaggi, senza contare che stiamo parlando di un settore in fortissima espansione.

La ritenuta d’imposta a carico dell’intermediario

Un altro vantaggio è proprio questo, una volta che l’appartamento viene ceduto in gestione ad un’agenzia, questa provvederà anche al pagamento delle varie tasse. Dalla tassa di soggiorno alla ritenuta d’imposta appunto, per ogni adempimento sarà l’agenzia a prendersene carico.

I vantaggi effettivamente sono molti, che in ogni caso nel complesso offrono una rendita maggiore rispetto ad una gestione diretta dell’appartamento. La conferma di questa opportunità è data dalla crescente espansione delle agenzie specializzate, tra queste non possiamo che citare Rent It Italy, considerata ormai tra i pionieri per quanto riguarda la gestione degli affitti brevi!

Affitti turistici Mantova: sbarca il player leader del mercato

Affitti turistici Mantova: sbarca il player leader del mercato

Affitti turistici Mantova: sbarca il player leader del mercato

Forti dell’esperienza fatta già da qualche anno su Venezia Mestre, il Gruppo guidato da Francesco Beraldo e Massimo Michielan è sbarcato anche a Mantova. Venerdì scorso si è tenuta la presentazione ufficiale di Rent It Italy, con una folta partecipazione di pubblico presso la sala convegni della Gazzetta di Mantova. Alla presentazione hanno partecipato molte persone interessate alla gestione degli appartamenti. Chiara soddisfazione del Presidente Massimo Michielan. Nell’occasione ha spiegato, con dati alla mano, quali sono le opportunità turistiche della città.

Mantova secondo ogni previsione e trend attuali, ha ottime potenzialità e grandi occasioni di crescita nell’ambito turistico, quindi sia per l’accoglienza sia per i servizi a corredo come ristorazione, shop ecc … Si tratta di una grande opportunità per una città che ha tutte le caratteristiche e connotazioni per diventare un gran polo attrattivo. La dimostrazione data anche dal fatto che Rent It Italy ci ha creduto e investito. Seguendo un calcolo logico e considerando che il Gruppo non ha mai sbagliato un colpo, le prospettive sono davvero promettenti.

Un invito per i proprietari

Con la presenza di Rent It Italy, gli affitti turistici Mantova avranno un buon alleato per fare bene e crescere in prosperità. Così come avviene tuttora su Venezia Mestre e presto anche altre città italiane. L’invito è ovviamente rivolto a tutti quei proprietari che vogliono una rendita sicura e stabile. Allo stesso tempo non vogliono problemi né sbattimenti nella gestione né l’impegno dell’accoglienza.

La compagnia risolve tutti questi problemi, è la soluzione con la quale ridurre a zero l’impatto gestionale dell’immobile e incrementare sensibilmente la rendita. Questo perché la promozione è gestita in modo strutturale e capillare. Di fatto, con l’affitto turistico gestito si hanno meno incombenze e più guadagno, perché a tutto pensa Rent It Italy.

Cresceranno gli affitti turistici Mantova e Provincia

Mantova dal 2008 è stata inserita nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Questo vuol dire incremento del flusso turistico, infatti, nel 2017 l’incremento è stato del 5,83% rispetto l’anno precedente. Le prospettive di crescita sono ampie e tutte da cogliere, si tratta di un’importante voce economica in una città che ha tutte le carte da giocarsi in questa partita.

Con Rent It Italy i proprietari degli immobili possono contare su un partner affidabile e con provata storia di successo in altre città. Per questo la sua presenza a Mantova è sicuramente un fatto molto positivo!

 

Aumento delle compravendite per affitti turistici

Aumento delle compravendite per affitti turistici

Aumento delle compravendite per affitti turistici

L’ultima notizia in ordine cronologico arriva da Bologna, dove stando alla stessa sono in aumento le compravendite per circa lo 0,3%. Non si tratta di una percentuale da capogiro, ma segnala un andamento positivo al rialzo. Questo di conseguenza spinge al rialzo anche il valore degli immobili, assestato a +4,6% nei primi sei mesi del 2018. Stiamo parlando ovviamente di appartamenti e soluzioni abitative nelle zone centrali, quindi appetibili per il settore turistico.

Gli appartamenti destinati agli affitti turistici nella città di Bologna, hanno un costo medio per notte di circa 100 Euro. Considerando che la città emiliana ha una vocazione turistica ed è una delle città universitarie più ambite, fare due conti non è poi così complicato. Chi investe in immobili per destinarli agli affitti turistici, è in sostanza garantito dalla rendita che produrrà l’appartamento, ed è per questo che si pagano anche 4/4.500 Euro al mq.

Una tendenza non solo bolognese

Ovviamente l’interesse per immobili di questo tipo non riguarda solo Bologna, sostanzialmente interessa tutta l’Italia. Da nord a sud ogni città che ha una sua impostazione turistica strategica, è oggetto delle attenzioni di molti investitori. E’ logico che sia così, considerando che i soldi investiti finanziariamente rendono molto poco e sono molto a rischio, non vi è via migliore dell’immobile turistico!

Questa situazione seppur non riesce a sbloccare il settore immobiliare, tuttavia è un ottimo indice di un buon avvio del “motore” edile. È chiaro che da questa situazione, tutti quegli immobili realizzati nei decenni scorsi in aree poco attraenti, continuano ad avere difficoltà di collocamento sul mercato. Un buon segnale in ogni caso, anche se difficilmente si tornerà ai volumi degli anni precedenti e fino al 2007, ci sono buone possibilità che il mercato riprende a marciare.

Perché investire in immobili turistici

Il motivo è molto semplice, in questo momento si possono acquistare immobili sicuramente a prezzi competitivi, i quali hanno una discreta rivalutazione annuale. Inoltre, con l’affitto turistico, le rendite sono molto più elevate rispetto al tradizionale contratto d’affitto, mediamente 3/4 volte più elevato, quindi, di fatto, l’immobile si ripaga da sé!

Un’altra motivazione non da poco è che, i capitali investiti nel mercato finanziario come già detto rendono poco, quando rendono di più sono sicuramente a rischio. Considerando i precedenti finanziari di non poche banche italiane negli ultimi anni, meglio la solidità del mattone piuttosto che la fragilità di un pezzo di carta!!