Affitti turistici in arrivo nuove regole stringenti!

Affitti turistici in arrivo nuove regole stringenti!

È una discussione accesa dalla primavera scorsa ma esplosa a metà estate, quella degli affitti turistici e la regolamentazione per stanare il sommerso ormai sono materie all’ordine del giorno.

Il Consiglio Regionale della Toscana si sta adoperando in tal senso, al fine di colmare quel vuoto che si è creato in questi ultimi anni, cercando di portare alla luce quanto più possibile il sommerso degli affitti turistici.

Una delle novità forse più incisive che potrebbero essere un precedente anche per le altre Regioni, è l’obbligo di costituzione d’impresa qualora si affitti l’appartamento per un periodo superiore i tre mesi l’anno!

La nuova normativa stringente

Normativa che certo non favorirà come fatto finora il settore degli affitti turistici e che sicuramente chi continuerà evitando quest’obbligo sfrutterà i mesi più importanti dell’anno per il turismo, di fatto potrebbe crearsi una concentrazione dell’offerta che potrebbe far deflazionare i prezzi.

Teorie ovviamente, ma che tendenzialmente potrebbero sfociare in una nuova realtà non idilliaca almeno così come l’abbiamo vista finora, comunque ogni Regione deciderà in autonomia e non è detto che tutte seguano l’esempio della Toscana.

La Regione Toscana quindi è decisa a colpire non solo i furbi che evitano di pagare le tasse, ma farà anche un giro di vite su quanti le pagano, aumentandone la portata, perché secondo gli addetti il 20% di tasse pagate dal proprietario non sarebbero adeguate!

Poi ovviamente c’è chi espatria …

Se pagare il 20% di tasse sulla rendita da affitto, può sembrare poco, occorre poi aggiungere le altre tasse sulla casa e i mille rivoli e balzelli tipici dell’italian style, quindi si arriva ben oltre la soglia del 20%, ma si sa, in Italia si fanno le cose in grande.

Chissà come faranno paesi dove, normalmente la tassazione è del 15 o 20% e sulle rendite da affitto in molti casi, non si paga nulla?! Mistero, forse che in tali paesi non si sprecano i soldi pubblici?

Il problema della casa per i proprietari è che non possono esportarla, per le aziende siamo già in corso d’opera …

Inutile dire che queste misure produrranno un appiattimento del mercato, penalizzando soprattutto quanti finora hanno lavorato in modo regolare e trasparente, gli altri, se erano furbi a maggior ragione continueranno a esserlo!