Affitti turistici Venezia e Mestre, presto la stretta agli affari privati fuori controllo?

Continua il confronto di chi, lavorando nel pieno rispetto delle regole commerciali, contrasta l’abusivismo dilagante e totalmente fuori controllo degli affitti turistici Venezia. In un recente articolo del Gazzettino di Venezia, tornano alla carica gli esponenti della più importante realtà di gestione degli affitti turistici a Venezia e Mestre. Francesco Beraldo e Massimo Michielan esponenti di Rent It Venice, manifestano tutto il loro disappunto per una situazione che rischia di esplodere e compromettere l’intero comparto turistico.

Stando alle stime, sarebbero migliaia gli affitti turistici Venezia e soprattutto a Mestre gestiti da privati, totalmente estranei a qualsiasi controllo. Questo sottobosco turistico privo di ogni legittimità mette in cattiva luce un intero settore. Come spesso accade, i servizi e assistenza offerti dai privati, sono scadenti e non sicuri, questo provoca anche a un danno d’immagine e quindi economico per la città!

Nessun vantaggio per il turista ma neppure per il turismo

Il turista ovviamente non può sapere se il privato che mette a disposizione il suo appartamento sulla piattaforma Airbnb o simili, è abilitato e rispetta le regole. Non ha neppure il vantaggio del prezzo. Infatti, secondo alcune comparazioni non c’è differenza di prezzo tra un affitto abusivo e un appartamento regolare come quelli gestiti da Rent It Venice.

Per questo Beraldo e Michielan auspicano una maggiore severità nei controlli, al pari della gestione offerta dalla loro Agenzia agli oltre 100 proprietari che hanno deciso di affidarsi a loro. La trasparenza e la regolarità delle operazioni prima di tutto, che si traduce poi in garanzie per il proprietario quanto per gli ospiti. Perché fare tutto nel rispetto delle regole, vuol dire offrire un servizio di qualità e sicuro. Questi i punti messi in evidenza, i quali coincidono perfettamente con le aspettative del settore alberghiero. Da anni Federalberghi denuncia questo fenomeno di malcostume che danneggia chi lavora onestamente e garantisce posti di lavoro a decine di persone.

50mila presenze al giorno fan gola!

Ecco, questi sono i numeri del fenomeno veneziano, tanti sono i visitatori di questa meravigliosa città, molti dei quali soggiornano proprio in affitti turistici Venezia e Mestre. È facile intuire quindi che si tratta di un boccone troppo ghiotto ma che a quanto pare alcuni vogliono farne indigestione! La continua richiesta di affitti turistici Venezia è comunque un volano che stimola l’offerta. Questo purtroppo genera il fenomeno degli abusivi con tutto quel che ne consegue.

Come auspicato dai responsabili di Rent It Venice, occorre agire presto e bene per arginare un fenomeno crescente che se non fermato potrebbe danneggiare il futuro sviluppo turistico dell’intera area veneziana. Questo certamente non è accettabile, quindi vanno fatti subito severi controlli per bloccare questo fenomeno intollerabile!